Al Festival Luis Scola e Dino Radja, eroi senza confini. Prenota il tuo posto

Al Festival Luis Scola e Dino Radja, eroi senza confini. Prenota il tuo posto

Italia, Eurolega e Nba. Tre temi di basket che al Festival dello Sport 2021, in programma a Trento da giovedì a domenica, saranno sviluppati da due campioni di livello internazionale. Dino Radja e Luis Scola, fenomeni del loro tempo, accomunati dallo stesso ruolo e percorso in carriera, porteranno a Trento le loro esperienze di sportivi vincenti e longevi. L’appuntamento è per sabato sera, alle 21, al Palazzo della Regione. Per prenotare l’ingresso (gratuito, come tutti gli eventi del Festival) cliccate a questo link.

DA ROMA A BOSTON

—   Radja, 54 anni, croato di Spalato, testimone e protagonista delle grande generazione dell’ultima ex Jugoslavia e della Croazia avversaria del Dream Team di Bird-Magic-Jordan a Barcellona 1992, ha chiuso la carriera ormai da quindici anni rimanendo nell’ambiente come membro della comunità dei Boston Celtics, la squadra che nel 1993 lo ha scelto al draft e lo ha chiamato in Nba dopo l’esperienza triennale a Roma. Radja nel frattempo è stato introdotto nella Naismith Hall of Fame, l’arca mondiale della gloria che raccoglie i migliori di tutti i tempi. La sua parabola è iniziata nello Spalato di coach Maljkovic, quando con Toni Kukoc formava la coppia dei “monelli” d’Europa, due talenti giovanissimi che insieme hanno portato due Coppe Campioni al club dalmata. Poi il passaggio all’ambizioso Messaggero di Gardini/Ferruzzi, un triennio nella Capitale culminato con la conquista della Coppa Korac nel 1992, a seguire il volo in America, quattro anni nei Celtics che ripartivano dal dopo Larry Bird, quindi il ritorno in Eurolega sulle due sponde ateniesi, prima il Panathinaikos poi l’Olympiacos e la chiusura in Patria, nello Spalato che lo aveva lanciato, giovanissimo, tra le stelle. In mezzo tanta attività con le nazionali della ex Jugoslavia e Croazia conquistando due argenti olimpici (uno per Nazionale) e due ori europei.

CARRIERA INFINITA

—   Luis Scola fino ad agosto era ancora un giocatore attivo, mentre a Tokyo celebrava la sua quinta Olimpiade, dopo aver toccato l’apice da medaglia d’oro ai Giochi di Atene 2004. Solo qualche giorno fa, accettando l’incarico di amministratore delegato di Varese, ha deciso di ritirarsi alla bella età di 41 anni. La sua epopea, dopo gli esordi giovanili a Buenos Aires, è cominciata in Spagna, nel Tau Vitoria, con cui ha giocato sette stagioni, si è affermato e ha raggiunto due finali di Eurolega, sfiorando il titolo che avrebbe meritato per classe e dedizione alla causa del club basco. Il passaggio in Nba - dove è rimasto dieci stagioni tra Houston Rockets, Phoenix Suns, Indiana Pacers, Toronto Raptors e Brooklyn Nets - è stato il momento della giusta consacrazione, poi il lento tramonto gestito con intelligenza, cercando esperienze nuove e diverse per avere sempre gli stimoli giusti. Prima in Cina e quindi in Italia, a 38 anni, chiamato da coach Messina a Milano nella stagione cancellata dal Covid e l’ultima fermata a Varese dove ha chiuso come terzo cannoniere della Lega. Sono in tanti a scommettere che nel giro di pochi anni anche lui sarà nella Hall of fame. La sua carriera straordinaria è la garanzia per salire sul palco degli eletti di Springfield. È solo questione di tempo.

I PARTNER

—   Al fianco de il Festival dello Sport anche per l’edizione 2021 importanti aziende e istituzioni hanno scelto di essere brand partner dell’evento contribuendo attivamente allo sviluppo del palinsesto. Sono Main Partner: Audi e Enel. Premium Partner: Fastweb, Gruppo Cassa Centrale e UnipolSai. Partner: Herbalife Nutrition, La Sportiva, Pastificio Felicetti, Piaggio 1. Sustainability Partner: Ecopneus, Scientific Partner: Humanitas, Official Sneaker: SUN68. Radio ufficiale è Radio Italia.

Fonte: https://www.gazzetta.it/festival-sport-trento/05-10-2021/festival-sport-luis-scola-dino-radja-giochi-nba-italia-4201639710012.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: