Mamma che Olimpia! Milano fa l'impresa a Madrid: battuto il Real

Mamma che Olimpia! Milano fa l'impresa a Madrid: battuto il Real

REAL MADRID-MILANO 76-80 Splendida impresa esterna dell’AX che sbanca Madrid grazie a una superba prova collettiva. Break decisivo dei biancorossi nella ripresa con l’Olimpia che arriva anche a più 17. Nell’ultimo periodo rabbioso recupero del Real trascinato da Carroll e Thompkins, nel finale la solidità di LeDay, l’abnegazione di Moraschini e la freddezza dei grandi veterani Rodriguez e Delaney i fattori decisivi nel respingere gli ultimi assalti spagnoli.

LA PARTITA

—   Buon avvio per l’Olimpia che tiene alto il ritmo con Delaney e Punter, 2-6. Il Real cerca con insistenza Tavares in area colorata, Milano spreca un paio di possessi per allungare, una tripla di Abalde e un facile appoggio del centro capoverdiano per il sorpasso dei blancos, 9-8. Spara un siluro anche Causer a cui risponde un LeDay già in partita, il buzzer beater di Hines tiene a contatto gli ospiti, 14-13. Il Real ha tante alternative in attacco, colpisce Thompkins ma l’AX non molla trovando il canestro del nuovo meno 1 con Rodriguez sulla sirena del primo quarto, 18-17. Il grande ex di giornata è letale nei recuperi difensivi, ancora il Chacho uomo chiave nel sorpasso milanese con il contropiede sigillato da Datome, 21-22.

Ottimo momento per gli uomini di Ettore Messina che provano ancora la mini fuga dopo il 2+1 di Roll, immediata la reazione madridista con Tyus efficace a rimbalzo, la tripla di Deck riporta avanti i padroni di casa, 28-27. Sale di colpi la sfida in termini di spettacolo, Milano si affida alla solidità di Datome e Roll, le improvvisazioni di Laprovittola la risorsa vincente degli spagnoli, 32-32. L’AX difende duro costringendo il Real a tirare fuori tutto il suo talento, equilibrio assoluto all’intervallo, 39-39. Dopo la pausa lunga Milano mostra ancora straordinaria concentrazione ed intensità difensiva, spagnoli murati dall’atletismo di Tarczewski, Delaney e Punter per il massimo margine ospite, 39-48. Tavares interrompe il lungo digiuno madridista, non cambia l’inerzia del match con l’Olimpia che gioca con totale sicurezza, incursione di Delaney e fuga vera di Milano, 41-55. Momento magico dell’AX che sale sul tappeto volante allestito da Punter, l’ex Aek spara un siluro da distanza siderale, 41-58. Uppercut che scuote gli spagnoli che sembrano sull’orlo del k.o., una fiammata di Carroll dona ossigeno puro ai blancos, 49-61 alla penultima sirena. Commovente l’ex Teramo che fa pentole e coperchi, rabbioso rientro del Real in apertura di quarto periodo, 59-65. Rompe l’assedio LeDay ma Carroll è indemoniato, iberici a un solo possesso dopo il jumper dai 5 metri di Tyus, 64-67. Resiste con coraggio il fortino biancorosso con Moraschini eroico a rimbalzo, due liberi di Delaney per il più 6, 64-70. LeDay gelido trova un canestro importante, preziosissimo il recupero di Hines che regala a Rodriguez la transizione solitaria che profuma di vittoria, 66-74. L’ultimo assalto è di Thompkins che mette due triple filate, non trema la mano di Rodriguez che mette cinque punti da fuoriclasse, Delaney manda i titoli di coda ai liberi, 76-80.

REAL MADRID: Carroll 20, Tavares 14, Thompkins 13. MILANO: Rodriguez 17, Delaney 14, LeDay 12

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/Eurolega/08-01-2021/basket-eurolega-impresa-milano-vittoria-casa-real-3902330597748.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: