Eurocup, la Virtus fa il bis con le due torri. Trento ancora k.o.

Eurocup, la Virtus fa il bis con le due torri. Trento ancora k.o.

Le due torri, Sampson e Jaiteh, spingono la Virtus al bis europeo che la mantiene nel gruppo delle imbattute sulla strada che porta verso l’Eurolega. Ulm regge (bene) fino a metà gara poi si scioglie quando le V nere alzano un muro quasi impenetrabile in difesa, sfruttando in attacco la netta superiorità dei lunghi. Scariolo incassa pure le folate di Belinelli e l’esordio europeo di Mannion, tornato nei 12 dopo il mal di schiena. Le 26 palle perse dei tedeschi, a conti fatti, pesano più del 3/20 da tre dei bolognesi.

IL MATCH

—   Negli ultimi 5 minuti del secondo quarto la Virtus rimette in piedi una gara cominciata con poca tensione difensiva e modesto ritmo offensivo. Sono Belinelli e Pajola a dare la scossa dietro e a stilare il piano dell’immediata risalita dal -10 (39-29 Ulm). All’intervallo è 44-40 per i tedeschi che controllano i rimbalzi (17-11), tirano meglio, ma lasciano per strada 13 perse che Bologna raccoglie per tenersi nel match nonostante il triste 2/13 dall’arco. Nel frattempo si rivedono in campo anche Mannion e Teodosic, ancora in rodaggio, mentre i lunghi bianconeri sono sul pezzo: Sampson (10 punti e 5 rimbalzi), Jaiteh 4/5 dal campo, mentre Hervey funziona da suggeritore (3 assist). Di là Bretzel sa come far male, Christon troneggia (10 punti, 4 rimbalzi, 3 assist), mentre l’ex Nba Felicio promette ma non mantiene (8 punti, ma 4 perse). Dopo l’intervallo la Virtus scarica a terra tutta la potenza del suo motore alzando i colpi in difesa: il 22-8 del terzo segmento mette i tedeschi all’angolo. Sono soprattutto i lunghi a scavare il divario mentre dall’arco si continua a sparare alla luna. L’implacabile Jaiteh, Sampson e Hervey spingono la Virtus a +10 (62-52). Pure Belinelli e Weems colpiscono, mentre Pajola e Cordinier sono il cemento difensivo. Sull’ultima discesa Mannion firma il +12, Alibegovic il +14. La Virtus resta in controllo fino alla fine. (Vincenzo Di Schiavi)

VIRTUS BOLOGNA: Jaiteh 20, Sampson 17, Belinelli 15.

ULM: Christon 14, Felicio 13, Bretzel 11.

Nell’altro girone, Trento cade ad Andorra e rimane a quota zero punti in classifica. Dopo la batosta dell’esordio contro Badalona è un’altra squadra iberica a punire la Dolomiti. Stavolta però la cronaca racconta di una partita diversa, con lampi di ottimo basket da parte della squadra di coach Molin, alternati a passaggi a vuoto che sono risultati fatali. Sul risultato finale pesano anche altri due evidenti dati: l’imprecisione ai tiri liberi (un misero 15/27) e l’ampio divario a rimbalzo (38 a 22 a favore di Andorra). Gli iberici, privi dell’ex Reggio Emilia Gal Mekel, partono subito forte. Sulle ali di Miller-McIntyre e Jelinek la Morabanc costruisce il primo allungo (20-10) con Trento che paga le solite difficolta al tiro (25% dopo 10’). Nel secondo quarto l’Aquila si sveglia, trascinata da un sontuoso Caroline che infila 12 punti nella prima metà del quarto e accorcia le distanze fino ad un solo possesso di distanza (30-28). Le triple di Crawford (ex Cremona, Milano e Brescia) e Noua e l’antisportivo fischiato a Reynold rispediscono indietro Trento, che va all’intervallo lungo distante un abisso (46-30). L’ottimo secondo quarto è vanificato dagli ultimi due scriteriati minuti. L’Aquila rientra però dagli spogliatoi con il piglio giusto. Con il solito Caroline protagonista infila un parziale di 7-0 in apertura di quarto e riesce ad arrivare fino al -3 (55-52). Le energie spese per recuperare fanno mancare lucidità a Trento che perde ancora una volta terreno e si trova sotto di otto punti (62-54) con dieci minuti da giocare. L’inizio dell’ultimo quarto è disastroso e la squadra di Molin scivola a -16 (72-56). Stavolta è la fuga decisiva per Andorra, perché Trento non riesce a trovare la forza per riaprire i giochi, subendo così la seconda sconfitta in altrettante gare europee. (Andrea Orsolin)

ANDORRA: Noua 20, Hannah 11, Miller-McIntyre 10

TRENTO: Caroline 24, Saunders 18, Reynolds 13

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/Eurolega/27-10-2021/basket-eurocup-virtus-fa-bis-le-due-torri-trento-ancora-ko-4202097554581.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: