Tam Tam basket, finalmente sì: via libera in campionato a tutti i giocatori non italiani

Tam Tam basket, finalmente sì:  via libera in campionato a tutti i  giocatori non italiani

C’è il lieto fine sulla vicenda del Tam Tam basket, la società fondata nel 2016 da Massimo Antonelli, ex giocatore di Virtus Bologna (scudetto 1976 con Dan Peterson in panchina), Napoli e Nazionale negli anni 70 e 80 per consentire ai figli nati in Italia di immigrati africani indigenti che vivono a Castel Volturno e dintorni, di giocare nel campionato Under 17 di Eccellenza senza limitazioni di quota e di tesseramenti, in deroga ai regolamenti che fissa nel numero massimo di due i giocatori stranieri o comunque non in possesso della cittadinanza italiana.

LA DECISIONE

—   Oggi il Presidente della Fip, Gianni Petrucci, accogliendo l’invito del Presidente del Coni, Giovanni Malagò “ha consentito - si legge nella nota ufficiale Fip - alla società Tam Tam di poter iscrivere a referto per ciascuna gara del Campionato Under 17 Eccellenza atleti di cittadinanza non italiana senza i limiti imposti dai vigenti regolamenti e nonostante i recenti pronunciamenti del Tar a favore della Fip. Tale provvedimento, preso in considerazione dell’unicità del contesto operativo della società Tam Tam, mira a riaffermare il valore dello sport come strumento di inclusione sociale e di superamento di ogni ostacolo o barriera di origine razziale”.

I PASSI PRECEDENTI

—   Il Tar il 21 ottobre scorso aveva deliberato a favore della decisione federale che alla vigilia dell’inizio del campionato aveva negato la richiesta al Tam Tam di schierare tutti i suoi ragazzi “extracomunitari” respingendo il ricorso presentato dal club di Antonelli. Alla fine Malagò ha applaudito all’apertura della Fip: “Voglio ringraziare sinceramente il presidente Petrucci e la Fip per aver concesso alla società Tam Tam la possibilità di iscrivere a referto atleti di cittadinanza non italiana andando oltre le limitazioni dettate dalla normativa vigente. Bisogna riconoscere al presidente Petrucci di aver dato seguito alle riflessioni condivise sull’opportunità di concedere la deroga a una realtà unica nel genere, nonostante gli orientamenti formali espressi dal Tar, a dimostrazione della sua grande sensibilità e della centralità che da sempre attribuisce ai valori che rendono unico lo sport”.

LA POLITICA APPLAUDE

—   Anche la politica è entrata in campo: “La decisione della Federbasket di permettere ai ragazzi del TamTam Basket di partecipare al campionato è un bel segnale da parte dello sport italiano e una splendida notizia per la comunità di Castel Volturno” ha twittato il Presidente della Camera, Roberto Fico. L’ultimo applauso arriva dal premier Draghi, in gioventù cestista a livello di serie minori: “Sincero apprezzamento - sono le parole del Presidente del Consiglio - per questa decisione che concede tale deroga a una realtà nobile che fa dell’inclusione la sua missione, e per aver dimostrato grande sensibilità per i valori civili che trovano espressione anche nello sport”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/16-11-2021/tam-tam-basket-via-libera-fip-tutti-giocatori-non-italiani-4202418105872.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: