Supercoppa: Treviso e Reggio, colpi esterni. Brescia e Fortitudo k.o.

Supercoppa: Treviso e Reggio, colpi esterni. Brescia e Fortitudo k.o.

BRESCIA-TREVISO 78-84 La seconda giornata del girone C di Supercoppa consolida la prima posizione in classifica di Treviso, che dopo essere passata a Napoli, fa saltare il banco anche al PalaLeonessa, chiudendo con un ultimo quarto d’autore (20-31) una sfida molto tirata. Più avanti nella preparazione Treviso è capace di rimettere in piedi una partita che sembrava nelle mani di Brescia trovando un insperato parziale nel finale: la squadra di Magro, nuova per 8/11, gioca un buon basket, litigando però con il canestro dall’arco e dimostrando di essere un po’ indietro rispetto ai propri avversari. Dopo l’intervallo lungo (34-35), Brescia sembra poter far sua la partita, con un Moore in ottimo spolvero e Gabriel incontenibile in area tocca il +12 nel terzo quarto. Treviso in attacco si affida ad Akele ma è nervosa (2 tecnici chiamati alla panchina ospite, uno a Dimsa) mentre cerca di restare in scia prima dell’ultimo quarto: Dimsa con un paio di giocate tiene i suoi in partita (57-53), Brescia sembra in controllo (72-66), ma non fa i conti con l’ex Bortolani che fattura rimonta e sorpasso (72-77) trevigiano, con un break di 11-0, prima di chiudere con una tripla la partita. Martedì al PalaVerde sarà tempo di rivincite. BRESCIA: Moore 18, Gabriel 14, Mitrou-Long 11. TREVISO: Akele 18, Bortolani 13 Chillo 11.

FORTITUDO-REGGIO 67-80

—   Alla Fortitudo non basta tornare al PalaDozza per trovare la prima vittoria nel girone A. Dopo il ko all’esordio con Venezia, arriva anche quello, più pesante di quanto reciti il punteggio finale. È dominio totale Reggio Emilia. La squadra di Caja infatti archivia la pratica dopo 29’ (40-70) trascinata da Thompson (24 punti e 4/4 da 3) e Olisevicius (19 e 7 rimbalzi) andando oltre all’infortunio a Cinciarini, uscito nel primo quarto dopo un colpo al vasto mediale del ginocchio sinistro e poi rimasto ai box tutta la partita. Ancora senza Fantinelli e Totè, coach Repesa sceglie il quintetto con Baldasso, Procida, Aradori, Benzing e Groselle mentre Caja risponde con Cinciarini, Thompson, Olisevicius, Johnson e Hopkins. Grazie a 5 punti di Procida e ad Ashley che fa la voce grossa a rimbalzo d’attacco, la Fortitudo chiude il primo quarto avanti (21-18) mentre Reggio è subito condizionata dai tre falli di Hopkins e resta a galla con Crawford (2/2 da 3). Dopo 13 minuti di gioco, Bologna però è ancora a 0/10 dalla lunga distanza e Reggio serve un break di 10-0 (21-28) firmato da Olisevicius, poi scappa via con i tiri pesanti di Thompson (25-41 al 18’). La Fortitudo resta in grande difficoltà al tiro (1/15 da 3 contro il 7/15 dei reggiani). Quando anche Hopkins entra in partita, la squadra di Caja è ormai padrona del campo. L’ultimo quarto è una passerella per Reggio che arriva al traguardo amministrando le energie e gestendo il vantaggio. FORTITUDO: Aradori 13, Benzing 11, Richardson 10. REGGIO EMILIA: Thompson 24, Olisevicius 19, Candi 11.

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/05-09-2021/basket-supercoppa-treviso-va-brescia-ko-4201012841336.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: