Supercoppa, Treviso cala il tris: Final Eight a un passo. Venezia ok in volata su Reggio Emilia

Supercoppa, Treviso cala il tris: Final Eight a un passo. Venezia ok in volata su Reggio Emilia

TREVISO – BRESCIA 90-86

Treviso conquista la terza vittoria nel girone C e prosegue il suo precampionato fin qui perfetto, scrimmage inclusi. È però una vittoria agrodolce perché a 6’ dalla fine del terzo quarto un infortunio al braccio sinistro ha costretto Matteo Imbrò a uscire in barella e a non poter essere più a disposizione di Menetti, per il giocatore saranno necessari accertamenti. Il primo quarto, 22-20, fa subito intravedere una Treviso che fa leva su una pericolosità diffusa (nessun giocatore sopra i 3 punti) e un piano partita che non lesina sul tiro dall’arco (5/10). Brescia, invece, si riflette quasi del tutto nel suo trascinatore Petrucelli, che nei soli primi 10’ fa registrare 8 punti e 5 palle recuperate. Nel cuore del secondo quarto, grazie a una difesa molto energica, Brescia tenta la fuga e tocca il massimo vantaggio sul +8, Treviso ricuce solo di un possesso e all’intervallo il punteggio è 37-42. Il copione ricalca però un po’ quello della partita al PalaLeonessa, con Brescia che prova la fuga ma alla fine Treviso recupera. I trevigiani sull’asse Bortolani-Russell ribaltano la partita e chiudono il terzo quarto sul 63-59 grazie a un parziale di 15-5. Il finale di partita è scintillante, come in un match di pugilato le squadre sferrano colpi su colpi e si entra nell’ultimo minuto sul +3 per Treviso. Brescia ha cuore da vendere e tenta ripetutamente di restare in partita con l’ottimo Laquintana, alla fine è una tripla di Dimsa a 16’’ dalla fine a spegnere ogni speranza e a far esultare coach Menetti per 90-86.

Con questa vittoria Treviso ipoteca l’accesso alle Final Eight, a Brescia invece non è rimasta più alcuna chance.

TREVISO: Bortolani 21, Russell 19, Sokolowski 9.

BRESCIA: Della Valle 22, Laquintana 16, Mitrou-Long 14.

REGGIO EMILIA-VENEZIA 71-75

Venezia supera Reggio Emilia e si porta in testa al girone A di Supercoppa (2-0). La squadra di De Raffaele vince in volata grazie alle pennellate mancine di Watt (17 punti e 22 di valutazione) e alla fiammata finale di Tonut (11 punti e 5 assist). Alla Unahotels invece non basta Olisevicius (18 punti) che gioca una buona gara, ma commette infrazione di passi nell’azione decisiva. Con Cinciarini out per infortunio (recupero previsto per la prima di campionato) Caja lancia Crawford in quintetto assieme a Thompson, Olisevicius, Johnson e Hopkins mentre De Raffaele risponde con Phillip, Tonut, Brooks, Charalampopoulos e Watt, lasciando fuori per turnover Stone e facendo esordire il lungo lituano Echodas. I primi 8 punti della Reyer portano tutti la firma di Phillip, ma poi Venezia si blocca e Reggio prova a scappare via grazie ai canestri di Olisevicius (24-15 al 10’). De Raffaele tenta di limitare gli avversari con la zona 2-3 e poi anche con la 3-2, ma la Unahotels arriva lo stesso fino al massimo vantaggio con le invenzioni di Thompson (40-26 al 17’) prima di subire un break di 9-0 firmato da Watt. La rimonta di Venezia si concretizza al 23’ (42-42) e da quel momento la gara viaggia sul filo dell’equilibrio, con Reggio che ha un buon contributo anche da Diouf (56-55 al 30’). Quando si accende Tonut, la Reyer prova l’allungo, ma Reggio non si fa intimidire e con Olisevicius ribalta la situazione (63-60 al 36’). A rispondere presente ci pensa la coppia Tonut-Watt che griffa un break di 11-4 (67-71 a 50” dalla fine) con cui, di fatto, la squadra di De Raffaele chiude il discorso. A sigillare il punteggio è Tonut dalla lunetta (4/4).

REGGIO EMILIA: Olisevicius e Thompson 18, Hopkins 12.

VENEZIA: Watt 17, Tonut e Phillip 11.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/07-09-2021/basket-supercoppa-treviso-brescia-reggio-venezia-4201070138131.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: