Serie A: Venezia ferma Tortona, bene Napoli

Serie A: Venezia ferma Tortona, bene Napoli

L’Umana torna al successo (69-61), dopo una vera “battaglia” contro Tortona, che salva la differenza canestri (+12 all’andata), serata di gala per Brooks (16 punti). Torna al successo anche la GeVi Napoli, che nel giorno del debutto a Fuorigrotta di coach Buscaglia interrompe una striscia nera di 5 sconfitte consecutive (10 perse nelle ultime 11) battendo Brindisi.

VENEZIA-TORTONA 79-69

—   De Raffaele recupera in extremis sia Theodore che Stone, fuori nelle rotazioni Morgan ed Echodas, si rivede in panchina Cerella, sempre out Vitali, Filloy non sta bene e non gioca. Inizio in salita per l’Umana (0-7), Tonut costretto a ritornare in panchina per un colpo fortuito alla testa. Punteggio bassissimo (4-7) dopo 6’28”, squadre che faticano in attacco, ottimo impatto di Mazzola a rimbalzo e di Brooks, ma l’aggancio (13-13) arriva con la tripla di Tonut. Durante il primo intervallo la curva espone lo striscione “Forza Luigi!”, a sostegno di Brugnaro, il patron del club e sindaco di Venezia ricoverato da giovedì sera a Padova. La difesa orogranata continua a neutralizzare Tortona, De Nicolao e Brooks firmano il +6 (19-13), Macura e Severini piazzano le triple dell’aggancio (19-19). Partita a strappi (24-19, 26-23), Watt e Cain seduti in panchina. Si riparte con Theodore che inventa e Watt (8 punti) che finalizza (43-34), Umana che toglie il ritmo alla Bertram, ancora Brooks decisivo. Difesa orogranata che asfissia i piemontesi, tre triple consecutive di Brooks e Stone (54-37), poi Theodore affonda i colpi (56-39) con l’Umana che segna in un quarto tanti punti (28) quanti ne aveva infilati nei primi due quarti. Tortona prova a rientrare, Venezia prova a replicare (60-47 al 3’), due palle perse banalmente da Theodore (60-51), Umana che inizia a disunirsi in attacco, inizia lo show di Macura con 10 punti consecutivi che riaprono il match (60-57) a 4’37” dalla fine, incassando un contro break di 2-16, interrotto dal libero di Bramos. Squadre in bonus, grande reazione di Tortona. L’Umana riscappa (65-57), Bertram non molla (65-61) con Cain, la penetrazione di Theodore e i liberi di Bramos spingono la Reyer al successo.

VENEZIA Brooks 16 ,Watt 12, Tonut 10, Stone 8

TORTONA Macura 22, Daum 7, Wright, Severini, Cain 6

NAPOLI-BRINDISI 79-69

—   I pugliesi, privi di Gentile infortunato, hanno iniziato bene sull’asse Harrison-Perkins, poi meglio i padroni di casa che ad inizio settimana presenteranno anche Arturas Gudaitis, il centro lituano ex Olimpia, che ha lasciato San Pietroburgo. Le fiammate contraddistinguono il primo quarto: parte a razzo Brindisi che con Harrison e Udom va subito 8-2. Napoli rientra sull’inedito asse play-pivot formato da Rich e Zerini e passa sul 14-12 con una tripla di McDuffie, ma l’Happy Casa scappa di nuovo e chiude avanti di 6 il parziale. La GeVi ripassa con un 10-0 che vale il 26-22 del 13’, Parks e ancora McDuffie la tengono in quota e all’intervallo lungo è 39-38, nonostante l’ottimo impatto sulla gara di Redivo. Ritmi altissimi e tanti errori in avvio di ripresa, a sbloccarsi per primi dall’empasse sono i padroni di casa che trovano un paio di canestri preziosi con Rich e al 27’ volano a +11 (59-48) con un Parks devastante. Brindisi subisce il colpo, fa fatica ad organizzare una reazione e quando si entra nel 30’ minuto finisce addirittura a -14 colpita da una tripla del redivivo Marini (64-50). L’Happy Casa si affida a Perkins per la rimonta, al 33’ è a -9 (67-58) ma la GeVi sembra aver recuperato autorità e fiducia smarrite da mesi e con Rich e Marini impiega pochissimo a tornare in pieno controllo. Il finale è tutto di Napoli, Vitali firma il +17 (79-62) a 1’58 ed è il canestro della staffa. Finisce 79-69, per la GeVi due punti importantissimi per classifica e morale.

NAPOLI Parks 22, Rich 20, Zerini e McDuffie 11

BRINDISI Harrison 18, Perkins 14, Redivo 10

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/27-03-2022/basket-serie-a-giornata-24-vincono-venezia-napoli-risultati-4302049698142.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: