Serie A decimata dal Covid: Pesaro piega Brindisi nell’unica gara rimasta

Serie A decimata dal Covid: Pesaro piega  Brindisi nell’unica gara rimasta

Pesaro batte Brindisi 91-89 gestendo al meglio un finale vietato ai deboli di cuore, in una partita rimasta in bilico per tutti i 40’ e decisa per solo per degli episodi che hanno sorriso alla formazione allenati da Banchi. È l’unica partita giocata oggi della 13ª giornata:

LA PARTITA

—   La Happy Casa parte con un quintetto insolito: Udom è il sostituto di Adrian costretto in tribuna a causa della scavigliata rimediata nell’ultimo allenamento. Con lui ci sono Chappel, Redivo e la coppia dei Perkins. Pesaro risponde con Delfino, Larson, Sanford, Demetrio e Jones sotto canestro. Dopo la partenza sprint della Carpegna è Redivo con due triple consecutive a portare i padroni di casa col naso davanti (5’, 12-10). Udom sempre da tre punti consolida il vantaggio prima del break di 8-0 della formazione marchigiana (7’,15-18). Un passaggio a vuoto subito metabolizzato dalla Happy Casa col lavoro sotto canestro di Nick Perkins (8’, 23-18). Lo spettacolo offerto dalle due squadre non è tra quelli indimenticabili. Per oltre 6’ si assiste ad una pallacanestro spezzettata e farcita di errori. Pesaro, monetizza dalla lunetta per il nuovo massimo vantaggio (14’, 28-34), al contrario di Brindisi che riesce a fare disastri anche a cronometro fermo. Il vantaggio degli ospiti, però, non è un caso: Delfino da tre punti porta il distacco sul +9 (17’, 30-39). Un istante dopo arriva il primo hurrà dall’arco di Gaspardo, utile per ricucire il divario a due soli possessi da recuperare. L’anima di Brindisi è sempre Lucio Redivo: l’italo argentino rispedito in campo riesce a fornire ritmo, punti e assist. E’ sua la tripla che riporta Brindisi in vantaggio (42-39) prima dell’intervallo lungo. Il Redivo show prosegue anche al rientro in campo ma è l’unica notizia degna di nota per la Happy Casa, che si spegne davanti all’accelerazione di Pesaro brava a confezionare un altro parziale di 8-0 (48-55) con cui riesce a prendere il largo toccando anche il +10 al 25’ (50-60). Una spallata contro la quale Brindisi fa fatica a rialzarsi. La tripla di Visconti (30’, 60-64) serve solo per riaccendere momentaneamente l’entusiasmo. La tripla di Tambone nei primi istanti dell’ultimo quarto (60-69) riporta la formazione brindisina nelle sabbie mobili dalle quali riesce ad uscire con l’immensa generosità di Redivo, che da 3 punti rimette in scia i suoi (33’, 69-66). Ci sono anche il cuore e l’energia di Nick Perkins a mantenere a galla Brindisi che perde Zanelli per infortunio ma inizia a difendere duro. I due liberi di Visconti riportano i pugliesi in vantaggio (36, 74-73). La Carpegna è sempre sul pezzo, anche dopo aver subito la tripla di Udom a meno di 3’ dal termine (77-75).

L’INCREDIBILE FINALE

—   L’incoscienza di Udom dai 6.75 fa esplodere il pala Pentassuglia ammutolito poi dal tiro di tabella, da tre punti, dall’angolo di Zanotti (82-82). Si decide tutto negli ultimi 38” col punteggio in parità a quota 84. Chappel regala la rimessa nelle mani di Jones che va a schiacciare (84-86). Perkins fa 0/2 dalla lunetta commettendo poi fallo, che porta in lunetta lo stesso Jones freddissimo ai liberi (84-88) con 22” ancora sul cronometro. Il finale thriller prosegue sino all’ultimo possesso: Redivo dall’arco sbaglia il canestro della parità. Lamb dalla lunetta con 1/2 mette due possessi di distanza (86-90). Josh Perkins da tre punti tiene vive le ultime speranza di Brindisi con 4” da giocare ma col possesso per la Carpegna. Moretti sbaglia un tiro libero lasciando a Josh Perkins l’ultimo tiro che esce rimbalzando tra tabellone e ferro. Vince Pesaro meritando i due punti. Brindisi: N.Perkins 27, Redivo 23, Udom 14 Pesaro: Lamb 20, Larson 20, Jones 14.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/26-12-2021/basket-serie-a-pesaro-brindisi-unica-gara-giocata-covid-430637857182.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: