“Quando il basket era leggenda”: la Napoli dei canestri in un libro

“Quando il basket era leggenda”: la Napoli dei canestri in un libro

Il basket napoletano e il suo passato di altissimo livello: ci hanno pensato la vecchia gloria Manfredo Fucile e il giornalista Stefano Prestisimone a racchiudere tutto nel libro di 160 pagine “Quando il basket era leggenda”, edito da LeVarie e presentato ieri mattina nella palestra dei Cavalli di Bronzo a Napoli, sede storica della Partenope. Dalla scoperta della “palla al cesto” nel 1912, con le prime partite in città giocate all’istituto Salesiani del Vomero, all’epopea della stessa Partenope nel tempio dei canestri: storie, leggende, ritratti. Un libro che è un percorso minuzioso di ricerca con 200 foto d’epoca e la prefazione di un grande campione del basket italiano come Dino Meneghin.

RICORDI

—   “Sono stato sollecitato più volte a fare un libro che potesse ricordare in parte un periodo storico, in parte personale che, avendo molte testimonianze cartacee e fotografiche, potesse racchiudere dei bellissimi ricordi da condividere con orgoglio. L’idea originale è stata di Stefano e suo fratello Paolo che avevano pensato di raccogliere la storia del Basket dagli albori agli anni ‘70 in un unico volume, cosa che si sposava perfettamente con il mio sogno. Loro ci stavano già lavorando da sei o sette anni. Ora, questo mio piccolo desiderio è diventato finalmente realtà”, ha commentato Fucile che fu tra i protagonisti dello splendido periodo (grazie all’approdo a Napoli di Giovanni Borghi) della Ignis Sud che portò poi al trionfo del club in Coppa delle Coppe nel 1970 al palasport Mario Argento con la maglia Fides davanti a un pubblico record. Il libro (costo euro 12,50) sarà disponibile da oggi nelle principali librerie di Napoli e in tutti gli store online.

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/04-12-2021/quando-basket-era-leggenda-napoli-canestri-un-libro-430276020609.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: