Olimpia scatenata: Delaney show, Venezia asfaltata, 2-0 nella serie

Olimpia scatenata: Delaney show, Venezia asfaltata,   2-0 nella serie

Tutto facile per l’AX che scalda i motori per le Final 4 di Eurolega demolendo Venezia in gara.2 di semifinale scudetto. Milano scappa già nella seconda metà del quarto di apertura, Delaney prima e Rodriguez poi si dividono il proscenio.

Al resto pensa la difesa biancorossa che, in una serata collettiva da incorniciare con coach Ettore Messina che brinda alla centesima gara nei playoff, concede poco o nulla all’attacco orogranata, Watt, Daye e Tonut gli unici in doppia cifra per l’Umana.

LA GARA

—   Subito grande intensità nella sfida, Datome e De Nicolao a referto in un inizio a basso ritmo, 4-3. Le mani velenose di Stone producono recuperi importanti per la Reyer, blitz di Tonut per il più 3 Reyer, risposta di Delaney con il botto in transizione, 7-7. Importante l’energia di Biligha nella prima spallata del match, al resto pensa il talento di Delaney con 5 punti di classe cristallina, 14-7. L’ex Barcellona è sostanzialmente immarcabile per la difesa orogranata, Venezia spara a salve dall’arco, Roll e Biligha per il più 13, 20-7. Digiuno a referto per l’Umana di oltre 6 minuti, Milano serve un parziale stordente di 19-0, 23-7 alla prima sirena. Rompe il ghiaccio Watt ma continua il diluvio biancorosso, a segno anche Brooks ed Hines per il più 23, 34-11. Si scuote finalmente la truppa di coach De Raffaele, sempre Watt ed un lampo di Tonut riaccendono le speranze degli ospiti, 36-18. Riprende quota l’attacco milanese che ha tempi quasi perfetti, magia di Rodriguez per il 3+1 di LeDay, 44-20. E’ un monologo biancorosso sino a fine primo tempo, Delaney ancora imprendibile, AX in volo all’intervallo, 54-29. Dopo la pausa lunga affonda sino a meno 27 la Reyer, ci mette energia e coraggio l’Umana con Daye che trova un paio di guizzi, 62-42. Fa scintille la battaglia tra Shields e Stone, l’ex Trento è il motore con Rodriguez dell’ennesima accelerazione dell’AX, 77-52 alla penultima sirena. Olimpia che non smette mai di difendere e scollina oltre i 30 punti, Rodriguez incanta e premia prima Datome e poi Hines, 83-52. Il finale è pura amministrazione controllata dei padroni di casa che danno spazio alle seconde linee. Milano: Delaney 20, Rodriguez 14, Roll e LeDay 12 Venezia: Watt 15, Daye 12, Tonut 10

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/24-05-2021/semifinali-milano-venezia-4101308722019.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: