Della Valle riporta l'Islanda sulla terra e l'Italia va: 95-87

Della Valle riporta l'Islanda sulla terra e l'Italia va: 95-87

Quarta partita di qualificazione al Mondiale 2023. A Bologna l’Italia supera l’Islanda e l’aggancia in classifica (2 vittorie e 2 sconfitte). L’Olanda ha deciso di non scendere in campo contro la Russia.

Serviva un capo per uscire indenni dai pericoli di una sfida paludosa. E l’Italia lo ha trovato. Amedeo della Valle sfodera una serata in stile “bresciano”: 26 punti, 4 rimbalzi e 5 assist. E’ lui a piegare, nei due quarti centrali, l’ardore dell’Islanda, poi ridimensionata anche da Vitali, Mannion e dal duo Flaccadori-Biligha. Gli azzurri cancellano con una gara seria, orgogliosa e a tratti vivace (14 triple) il tonfo di qualche giorno fa, raddrizzando il cammino di qualificazione mondiale.

IL MATCH

—   L’atmosfera del Paladozza non in intimorisce l’Islanda ancora inebriata dalla vittoria di giovedì: ritmi alti, transizione e dominio sotto i tabelloni. Per gli azzurri è un inizio complicato, attutito dall’ottimo impatto di Mannion (10 punti) che tiene l’Italia a contatto. Il 28-27 ospite alla prima sirena, è la benzina emotiva che serve ad Amedeo Della Valle per prendersi la scena. Il capocannoniere del campionato diventa veleno quando comincia ad attaccare il canestro: 10/11 ai liberi e 15 punti all’intervallo a cui gli azzurri arrivano con un incoraggiante +8 (53-45). La qualità degli azzurri lievita nella seconda parte di primo tempo quando una difesa attenta smette di concedere secondi tiri e in attacco l’Italia produce sempre i possessi giusti. Biligha è vivo, Flaccadori mette ordine, il 6/12 dall’arco crea autostima, ma c’è da stare attenti. L’Islanda viaggia spesso oltre il 70% al tiro in area e gli 8 rimbalzi offensivi concessi impongono più intensità là dietro. Intanto i 17 punti del play Fridriksson bilanciano un Hlinason (quello che tre giorni fa ci aveva devastati) tornato sulla terra.

Il piglio con cui gli azzurri riemergono dal tunnel è però quello giusto: 8-0 di parziale che vale il +16 (61-45) con l’Islanda che finalmente trova un muro quando attacca. La vitalità azzurra si riflette nei recuperi, anche se l’attacco va e viene. Della Valle e le triple di un Vitali sempre più protagonista ci tengono a distanza di sicurezza. Alla terza sirena è 74-62 Italia. L’Islanda prova a ricucire, ma Della Valle è in una di quelle sue serate da splash brother: caramella a Tessitori sotto canestro e due triple per il +19. Gli ospiti però non mollano, piazzano un 11-3 firmato Fridriksson (già 27 punti) e chiudono a -8. Dettagli. L’Italia doveva vincere senza se e senza ma. E lo ha fatto.

ITALIA Della Valle 26, Vitali 17, Mannion 16.

ISLANDA Fridriksson 30, Gudmundsson 16, Hlinason 14.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/nazionali/27-02-2022/qualificazioni-mondiali-italia-islanda-95-87-4301630299987.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: