Milano dimentica il Barcellona, abbatte Venezia e raggiunge la Virtus in finale

Milano dimentica il Barcellona, abbatte Venezia e raggiunge la Virtus in finale

L’Olimpia raggiunge la Virtus Bologna in finale! Con un terzo tempo perfetto l’Olimpia abbatte la resistenza della Reyer e chiude la serie 3-0 con il 93-83 di gara-3. La Reyer abdica, ma lotta fino all’ultimo secondo, sognando anche una rimonta clamorosa.

LA PARTITA

—   Reyer senza Bramos e Campogrande, De Raffaele opta per il tandem Jerrells-Vidmar con Clark e Fotu in tribuna, Messina senza Brooks con Moretti nel roster, fuori anche Roll, Micov e Tarczewski. Partenza sprint della Reyer con Mazzola in quintetto base che sorprende l’Olimpia (13-6) con Watt a superare la difesa di Hines. Shields riporta in partita Milano, ma è Biligha a impattare a quota 17. Si accende il turbo di Tonut, la replica è di Punter (21-21). Secondo quarto, apre Chappell dall’arco (24-21), Hines e Watt danno spettacolo sul parquet, la Reyer regge sul piano difensivo all’intensità dell’Olimpia (30-27), Tonut è il primo giocatore a commettere due falli. LeDay impatta dall’angolo (30-30), Hines arpiona rimbalzi in attacco. Ritmi folli, sale l’adrenalina, doppio tecnico De Raffaele-Delaney, Punter regala il primo vantaggio a Milano (35-38), Jerrells impatta (38-38).

L’ALLUNGO OLIMPIA

—   Venezia cerca troppo il tiro dall’arco, che non entra, Milano alza l’intensità difensiva tanto che la Reyer va a segno solo dalla lunetta. Punter e Rodriguez castigano gli errori degli orogranata. La squadra di De Raffaele scivola lontana (44-54), l’Olimpia inizia a mettere le mani sulla partita (45-56). Mazzola prova a rianimare i compagni, ma è Daye che riavvicina la Reyer agli avversari (52-58). Milano è spietata: canestro di Datome, liberi di Rodriguez a 2” dalla fine del quarto (52-62). Chappell replica a Shields (55-65), Milano a +14 (55-69), massimo vantaggio esterno. Ultime forze residue per la Reyer, Milano corre come se non fosse reduce dalla Final Four di Colonia. Venezia a -12 (70-82), Daye prova a riportare a galla la Reyer (73-84), squadra che non molla. Daye sale in cattedra, tripla e libero (81-87), ma la Reyer getta al vento un pallone con Watt che non riesce a servire De Nicolao. Cala il sipario, Shields mette la firma sul 3-0 di Milano. Venezia: Daye 22, Chappell 12, Tonut 11 Milano: Punter 19, Hines 17, Shields 16, LeDay 16, , Rodriguez 11

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/02-06-2021/milano-batte-venezia-raggiunge-virtus-bologna-finale-scudetto-4101564572564.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: