Mannion day da non dimenticare: perché per la Virtus è una vittoria doppia

Mannion day da non dimenticare: perché per la Virtus è una vittoria doppia

E venne il giorno del debutto di Nico Mannion. Il play azzurro torna in campo dopo due mesi difficili, spesi a combattere una forte debilitazione fisica e lo fa nel contesto di una festa annunciata. E dentro una vittoria, 95-79 su Trieste, che mantiene la Virtus imbattuta in testa alla classifica. Unico inconveniente: un piccolo dolore alla schiena dopo un salto che ne ha limitato l’utilizzo a 5’ nel primo quarto, facendo saltare per precauzione i 5’ previsti nella ripresa. “Nulla di grave” ha assicurato coach Sergio Scariolo.

MANNION DAY

—   Quando il coach lo inserisce in partita come primo cambio, al 5’13”, il volume della sfida peraltro impari con Trieste si alza. Mannion resta in controllo, doma tutte le suggestioni e la voglia di spaccare il mondo che ha dentro. Dopo la presentazione e l’inizio in panchina, entra subito in partita con un assist da penetra e scarica per favorire una tripla di Alibegovic, poi palleggi sicuri e rapidi a mangiare la difesa avversaria fino al momento più liberatorio, il primo canestro in Italia: un tiro dall’angolo che s’infila di giustezza dopo un gioco a due laterale con Tessitori. Rotto il ghiaccio, Mannion imbuca anche un trepunti da otto metri. I tifosi lo acclamano con cori da stadio Olimpico. Tutti gli occhi sono per lui. È l’ambiente ideale per sentirsi di nuovo un giocatore vero nella squadra giusta. Davanti al patron Massimo Zanetti e all’ad Baraldi che hanno sempre creduto in questa operazione proiettata sul futuro con Nico accanto al “gemello” diverso Pajola. La sua partita si consuma in quello spicchio di primo quarto, nella ripresa Scariolo non lo utilizza più lasciando che siano i giocatori più rodati a firmare il successo. Nico avrà spazio più avanti, tra coppa e campionato non mancheranno le occasioni di confermare il suo talento. Intanto gli basta avere rotto il ghiaccio. Due vittorie nella stessa partita: Mannion non poteva chiedere di più. Virtus Bologna: Belinelli 20, Sampson 17, Alibegovic 16 Trieste: Banks 21, Sanders 12, Mian 12

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/16-10-2021/basket-nico-mannion-virtus-bologna-esordio-4201862429256.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: