La Virtus Bologna piega Brindisi, chiude la serie 3-0 ed è in finale dopo 14 anni!

La Virtus Bologna piega Brindisi, chiude la serie 3-0 ed è in finale dopo 14 anni!

Torna in finale scudetto la Virtus dopo 14 anni di oblio. Ce la porta di peso Milos Teodosic, il suo leader riconosciuto, fuoriclasse assoluto, come è giusto che sia visto l’investimento milionario che nell’estate 2019 la proprietà Segafredo/Zanetti ha deciso di compiere riportando Re Milos in Europa dalla Nba. Finisce in trionfo per Teodosic (standing ovation a 6”) e per la V nera che firmano il 3-0 decisivo spegnendo la grande stagione di Brindisi, caduta in piedi dopo una partita orgogliosa e a lungo condotta nel punteggio. La Virtus subisce tutta la tensione per il ritorno davanti al suo pubblico e per l’occasione di chiudere subito i conti ma anche Brindisi in avvio sbaglia tanto. Il canestro per entrambe è un imbuto strettissimo. Il primo a farne le spese è Belinelli che non trova ritmo offensivo. Teodosic sesto uomo inventa subito un paio di giocate delle sue, gli ospiti però non si scompongono iniziando a colpire da trepunti con Harrison che nel secondo quarto trascina un 15-3 esterno che produce l’allungo di Brindisi sul +11 (16-27) col quintetto di 4 piccoli. Bologna si adegua e punta su Gamble che in tandem con Teodosic ricuce il divario ma è sempre l’Happy Casa a condurre con una nuova fiammata di Harrison che alla pausa, sul 37-40, ha 14 punti con 4/5 da tre. La Virtus ha Teodosic (15) e Gamble (11) in doppia cifra ma soffre lo zero di Belinelli (0/5) e le 7 triple pugliesi contro le due di Re Milos, unico a colpire dall’arco nella squadra di Djordjevic. Il terzo quarto è una battaglia di gomiti ed errori. La partita diventa sporca. La Virtus vuole il sorpasso e lo ottiene sul 48-46 con due liberi di Abass, torna Beli e trova la sua prima tripletta dalla linea del tiro libero al 27’42”. Bologna avanti alla terza sirena 55-53 ma c’è tanta fatica. Primo squillo da tre di Beli che dà il +5, Brindisi torna dentro e fa il controsorpasso con 6 punti di Bostic. Beli prende tecnico per flopping (simulazione) ma si fa perdonare con la seconda tripla del pareggio a quota 62. Si fa avanti in un corpo a corpo con colpi di qua e di là. Teodosic impatta ancora da tre e risorpassa sul 71-69 a -2’36”. Il finale è tutto del play serbo (12 punti nell’ultimo quarto) che chiude da campione. La Virtus è tornata.

VIRTUS BOLOGNA: Teodosic 29, Belinelli 11, Gamble 11

BRINDISI: Harrison 15, Gaspardo 14, Thompson 11 (Andrea Tosi)

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/02-06-2021/basket-serie-a-virtus-bologna-piega-brindisi-finale-14-anni-4101555735203.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: