Gara-1 di semifinale: brivido Milano, Shields piega Venezia all’ultimo tiro

Gara-1 di semifinale: brivido Milano, Shields piega Venezia all’ultimo tiro

Vittoria con il brivido per l’AX Milano che doma nel finale, nella prima sfida della serie di semifinale, una splendida Reyer grazie ad un grande Shields, 81-79. Gara ad alta intensità con l’Umana che rintuzza ogni tentativo di fuga dei milanesi trascinata da Tonut, Daye e Watt. Fondamentale in casa biancorossa anche l’impatto di Punter e Rodriguez, non bastano agli orogranata le buone prove di De Nicolao e Stone.

LA GARA

—   Ritmi alti ma percentuali non ottimali in avvio per entrambe le squadre, un guizzo di Punter vale il 6-2 per Milano. Si accende Tonut che prova a dare la scossa alla Reyer, dell’azzurro anche l’assist per la comoda tripla dall’angolo di Daye, 9-8. Scalda la mano anche Shields in una sfida già molto intensa, uno splendido Tonut per il meno 1, 14-13. Lavora ai fianchi la difesa biancorossa con Datome e Moraschini in evidenza, è di Rodriguez la firma sul primo mini break della sfida, 20-13 al 10’. Non molla la Reyer che si affida alla grinta di De Nicolao, prezioso anche il contributo di Chappell e Casarin che tengono a contatto l’Umana, 25-24. L’Olimpia si affida ai muscoli e all’esperienza del totem Hines, botta e risposta tra Punter e De Nicolao per una gara ancora in equilibrio, 30-27. Chappell è un demonio su Punter, sorpasso di Stone, 33-34. Proprio da un tecnico assegnato all’esterno orogranata nasce il break dell’AX, complici alcuni errori dalla lunetta dei lagunari, 42-38 a metà gara. Dopo la pausa lunga Milano prova ad aggredire il match sfruttando le incursioni di Shields, la Reyer risponde colpo su colpo con il solito velenoso Tonut, 46-43. Altro tentativo di spallata dell’AX che morde nella propria metà campo, Watt sbaglia una comoda schiacciata ed immediata arriva la punizione con il botto dall’angolo di LeDay, 52-43. Vola sino a più 12 l’Olimpia con l’ennesima tripla di Shields, Stone trova due bombe importanti per tenere in corsa l’Umana, una magia da autentico fuoriclasse di Rodriguez lascia 9 punti ai padroni di casa alla penultima sirena, 64-55. Reyer che ha orgoglio e talento per provare a reggere l’urto dell’Olimpia, le mani setose di Daye riportano ad un solo possesso gli orogranata, 67-64. Il ferro beffa Tonut per la tripla frontale del possibile pareggio, Shields e LeDay chirurgici per il più 6, 72-66. Fa scintille il duello tra Watt e Hines con l’ex CSKA costretto alla quarta penalità, con le unghie Delaney e compagni avanti con meno di tre minuti sul cronometro, 76-72. Tonut è un demonio e rilancia le azioni Umana, assist di Watt a De Nicolao per il sottomano del sorpasso, 76-77. Non fortunata la Reyer nei due possessi successivi, una discutibile decisione arbitrale da un fondamentale 2+1 ad Hines, 79-77. Daye spara sul ferro il canestro per tornare avanti, Punter non chiude dall’arco ed è Watt a riportare tutto in parità con due liberi, 79-79. C’è tempo per l’assalto decisivo, gelida Milano non sbaglia con Shields in penetrazione, va corta la preghiera di Tonut sulla sirena.

AX MILANO: Shields 25, Rodriguez e Punter 13

UMANA VENEZIA: Tonut 18, Watt 16, Daye 14

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/22-05-2021/basket-semifinale-playoff-serie-a-milano-supera-venezia-il-brivido-4101252678994.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: