Fortitudo, ancora guai: Ashley è scappato negli Usa

Fortitudo, ancora guai: Ashley è scappato negli Usa

Brandon Ashley è tornato negli Stati Uniti senza permesso della Fortitudo Bologna. Il suo compagno di squadra Robin Benzing, in viaggio verso la Germania per gli impegni con la Nazionale, lo ha trovato sull’aereo per Francoforte e gli ha chiesto cosa ci facesse lì e Ashley, candidamente, gli avrebbe risposto: “Vado a casa”. La Fortitudo ha comunicato che “Ashley è rientrato di sua iniziativa negli Usa senza averlo, preventivamente, concordato con il club”. Nelle prime 9 partite di campionato, la 27enne ala californiana ha giocato 22,6 minuti in media con 10,1 punti e 5,1 rimbalzi, numero 1 della squadra.

L’ULTIMO POST

—   “Ain’t no place like Paladozza”, “Non c’è un posto come il Paladozza”, aveva scritto Ashley nell’ultimo post su Instagram, del 24 ottobre, con una foto di lui con i tifosi in sottofondo. Nato a San Francisco, dopo il college ad Arizona, ha giocato in G-League in Texas, all’Alba Berlino, a Nicosia, in Nuova Zelanda e ancora in G-League. Per la Fortitudo un altro problema in un inizio di stagione complicato da cambi di allenatore, infortuni e sconfitte. La squadra di Bologna è ultima in classifica alla pari di Pesaro con due vittorie e sette sconfitte.

I PRECEDENTI

—   La fuga di Ashley ricorda episodi simili degli anni 80 e 90. Earl Cureton lasciò Milano (imbattuta dopo sei partite) all’inizio della stagione 1983-84 per un contratto Nba. Il lungo americano abitava nello stesso palazzo di coach Dan Peterson, vicino alla vecchia sede di via Caltanissetta. Fu la custode che avvisò Peterson che Cureton aveva appena preso un taxi carico di valigie. Specializzato in addii senza preavviso Vincent Askew che negli anni Novanta abbandonò prima Udine poi Reggio Emilia. L’ex fortitudino tornò anche a Imola e durò poco.

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/23-11-2021/basket-fortitudo-brandon-ashley-fuggito-usa-430110836030.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: