Coppe Fiba: Sassari travolta in Spagna. Debutto vincente per Reggio

Coppe Fiba: Sassari travolta in Spagna. Debutto vincente per Reggio

TENERIFE-SASSARI 87-60 Dura solo un quarto la gara della Dinamo a Tenerife in Champions. La squadra sarda parte bene, ma svanisce in difesa dal secondo quarto in poi, subendo un lungo parziale che indirizza il match verso i padroni di casa. Prima metà di partita a due facce, Sassari ha un approccio alla gara decisamente più positivo rispetto alle ultime uscite, sembrano funzionare i cambi difensivi e la Dinamo trova anche delle soluzioni in post basso che erano mancate nelle gare precedenti; il secondo quarto però è un dominio dei padroni di casa spagnoli, Sastre colpisce dalla lunga distanza, Gamble ex Virtus, è una sentenza sul pick and roll e la squadra di Cavina sprofonda in un parziale da 23-4 che porta i padroni di casa poi a chiudere sul 38-21 i primi venti minuti. La reazione sarda, attesa dopo la pausa lunga, non arriva; Sassari affonda, subendo costantemente sul pick and roll centrale e non trovando azioni offensive efficienti, alle quali si aggiungono anche diversi errori su tiri aperti. Il risultato è un parziale che vede gli uomini di Cavina andare abbondantemente sotto i 20 di distacco, con delle rotazioni difensive di un livello troppo distante da quello espresso da Guerra e compagni. Il -24 sul 59-35 al 30’ è già una sentenza e l’ultimo quarto, nonostante l’esperimento sassarese di giocare senza centro per ridurre il passivo, serve solo per definire il punteggio finale TENERIFE: Gamble 18, Guerra 17SASSARI: Burnell 16, Mekowulu 9

REGGIO EMILIA- GILBOA 93-70 Inizia nel migliore dei modi l’avventura di Reggio Emilia in Fiba Europe Cup. La squadra di coach Caja supera di slancio gli israeliani dell’Hapoel Gilboa grazie a un’ottima prova corale, in cui spiccano le prestazioni di Olisevicius (21 punti) Strautins (15) e Hopkins (11 punti e 10 rimbalzi). Senza Thompson, ai box per un problema muscolare al polpaccio sinistro, Caja lancia Candi in quintetto nel ruolo di guardia, affiancandogli Cinciarini, Olisevicius, Johnson e Hopkins. Il tecnico degli israeliani, Guy Kaplan, risponde con Perrantes, Cornelius, Harrell, Hanochi e Killeya Jones. Reggio parte bene grazie a capitan Candi (8 punti e 2 assist) e chiude il primo quarto avanti (22-18). L’Hapoel reagisce e mette il naso avanti con Brisker (27-30) ma qui salgono in cattedra Hopkins (9 rimbalzi nel primo tempo) e Olisevicius (3/4 da 3) e l’Unahotels torna in controllo (42-37 al 20’). Complice il quarto fallo di Candi, coach Caja sposta Strautins nel ruolo di guardia ed è proprio il giocatore lettone, assieme all’ottima difesa di Diouf, a spezzare in due la gara e a propiziare il break di 11-0 con cui Reggio dà la spallata decisiva (75-57 al 30’). Nell’ultimo quarto Crawford gestisce con lucidità, traghettando i suoi al successo. La Unahotels tornerà in campo sabato alle 18 contro Trento, sempre alla Unipol Arena e poi mercoledì prossimo, a Saratov, per la seconda giornata di questo Girone D. REGGIO EMILIA: Olisevicius 21, Strautins 15, Candi 12 GILBOA: Brisker 16, Hanochi 13, Cornelius 10

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/13-10-2021/basket-coppe-fiba-tenerife-sassari-87-60-reggio-gilboa-93-70-4201801779743.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: