Champions: Treviso ko al supplementare. Europe Cup: Reggio in campo

Champions: Treviso ko al supplementare. Europe Cup: Reggio in campo

In Champions Treviso, già eliminata perde in volata in Turchia, ma manda segnali incoraggianti. Fiba Europe Cup: Reggio si gioca l’acesso alla semifinale.

TOFAS BURSA-TREVISO 82-80 D.T.S.

La Treviso che non ti aspetti: dopo sei k.o. di fila negli ultimi 40 giorni, in piena crisi di fiducia e senza l’infortunato Russell, la squadra di coach Menetti sfiora l’impresa a Bursa, nella quinta gara delle Top 16 di Champions. Trascinata da Sokolowski e Bortolani, porta il Tofas all’overtime e cede solo negli ultimi secondi: ci si aspettava l’ennesima imbarcata di questo periodo sfortunato, invece può essere l’inizio della risalita. I turchi partono forte (9-3 dopo 3’ e mezzo), punendo tutte le debolezze trevigiane in difesa e a rimbalzo. Il time-out di coach Menetti però scuote i propri giocatori, che rientrano in campo con un’altra faccia e ridanno un senso al match: colmano il gap, toccano il +4 e chiudono avanti il primo quarto 22-23. È quel briciolo di ritrovata fiducia che consente agli ospiti di restare in partita anche nel parziale successivo: Treviso potrebbe andare a riposo a +6, ma spreca tutto e permette ai turchi di rientrare sul 41 pari. L’avvio di ripresa è critico, ma i veneti tengono, grazie a medie dalla lunga elevatissime. Una tripla di Sokolowski chiude il terzo quarto sul 57-58, si decide tutto nell’ultimo parziale: il Tofas ora difende davvero e Zubcic scalda la mano, ma gli ospiti non mollano ed entrano negli ultimi 2’ avanti di 4. Ennis impatta dalla lunetta con 18” da giocare, l’errore di Dimsa sulla sirena vale il supplementare (72-72). Equilibrio anche qui fino in fondo, ma Ennis indovina il jumper dai cinque metri che cementa il primo posto dei turchi nel girone. Per Treviso, già eliminata, resta da giocare solo il match casalingo contro il Darussafaka di martedì prossimo. (Alberto Mariutto)

BURSA Zubcic 17, Ennis 16, Simmons 12, Arslan 11, Cruz 10

TREVISO Bortolani 21, Sokolowski 18, Jones 10

Reggio Emilia-Legia Varsavia 80-75 dts

È dolcissima la notte europea di Reggio Emilia che supera Varsavia nella gara di ritorno e stacca il pass per le semifinali di Fiba Europe Cup. Alla squadra di Caja è servito un supplementare per piegare i polacchi, ma poi ha trovato i canestri della sicurezza grazie al solito Cinciarini (19 punti e 14 assist) e Larson (15 punti), supportati anche dalla doppia doppia di Justin Johnson (12 punti e 11 rimbalzi). La Unahotels adesso affronterà i danesi del Bakken Bears: andata il 30 marzo in trasferta e ritorno il 4 aprile in casa. Ancora senza Candi e Diouf, entrambi ai box per infortunio, coach Caja sceglie il quintetto composto da Cinciarini, Larson, Strautins, Justin Johnson e Hopkins mentre coach Kaminski risponde con Koszarek, Robert Johnson, Cowels, Kulka e Wyka. Trascinata dall’ex pesarese Larson l’Unahotels parte meglio e chiude il primo quarto in vantaggio, dando l’impressione di essere in assoluto controllo (21-17 al 10’) e per nulla ‘appagata’ dal +3 del match di andata. Gli ospiti provano a rifarsi sotto grazie alle fiammate offensive di Cowels, difensore solido e tiratore affidabile, ma Reggio mantiene invariato il vantaggio (37-33 al 20’). Nella ripresa si accende Robert Johnson (a Cantù ad inizio stagione) e la musica cambia decisamente perché Varsavia prima impatta (45-45 al 26’) e poi mette il naso avanti grazie a Kulka e all’ex Caserta Koszarek (47-51 al 28’). Come accade spesso in queste situazioni, tocca alla coppia Cinciarini-Olisevicius piazzare un break di 9-0 che spazza via le prime incertezze (56-51 al 30’). La squadra di Caja prova quindi la fuga decisiva, ma il Legia resta incollato alla gara con i tiri pesanti di Johnson e Cowels (62-61 al 35’) e poi sorpassa con Skific (62-65 al 37’). Nella volata finale Reggio non riesce ad avere il guizzo vincente con Cinciarini e con Varsavia sopra di 3 alla sirena (68-71 al 40’) la gara va inevitabilmente al supplementare. L’overtime si apre con un gioco da tre punti proprio di Cinciarini e con un canestro da sotto di Justin Johnson (73-71). A mettere il sigillo finale è un jumper di Larson: 77-74 a 25” dalla sirena.(Francesco Pioppi)

REGGIO EMILIA Cinciarini 19, Larson 15 e J.Johnson 12.

VARSAVIA R. Johnson 23, Cowels 20, Koszarek 10.

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/16-03-2022/champions-league-fiba-europe-cup-risultati-treviso-reggiana-4301882405793.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: