Champions League: bene Sassari, Brindisi si ferma a Burgos

Champions League: bene Sassari, Brindisi si ferma a Burgos

LA DINAMO PASSA IN CASA DEI DANESI DEL BAKKEN, BILAN 19 PUNTI. DOPO 8 VITTORIE DI FILA TRA SERIE A E COPPA, LA SQUADRA DI VITUCCI È BATTUTA IN SPAGNA

SAN PABLO BURGOS-BRINDISI 93-71

Burgos ferma il momento magico di Brindisi (8 vittorie consecutive tra campionato e coppa) battendo facilmente il team pugliese (ancora senza Willis), nel recupero della prima giornata del girone H della Champions League. L’inizio di gara è ad altissimo ritmo. I padroni di casa con McFadden, Kravic e Cook dimostrano subito solidità e lucidità offensiva. Al 6’ il vantaggio degli spagnoli tocca il + 7 (19-12) prima che un acuto da tre punti di Bell riporti il divario dell’Happy Casa a un solo possesso da recuperare. Brindisi ha più di un dettaglio da registrare in difesa: i padroni di casa si accendono in più di una occasione provando a porre le basi per una fuga, situazione che gli uomini di Vitucci sono bravi a spegnere sempre sul nascere. Renfroe (ex di giornata) diventa un fattore creando e gestendo chirurgicamente l’attacco di Burgos che aggiorna il massimo vantaggio a 2’ dall’intervallo lungo (18’, 49-37) con un canestro da tre punti di McFadden. È il momento più difficile della gara per il team pugliese, che si aggrappare al talento di Harrison (16 punti nel primo tempo) bravo a rosicchiare nel finale del secondo quarto gran parte del divario (20’, 49-45) Alla ripresa del gioco la partita cambia completamente: si segna pochissimo da entrambe le parti. Brindisi realizza solo 8 punti in otto minuti, lasciando strada libera ai padroni di casa che volano sino al +15 (28’, 66-51) sfruttando appieno il gioco in transizione. La Happy Casa prova l’assalto finale con i lunghi Krubally e Perkins senza riuscire, però, a risolvere i suoi gravi problemi in difesa. Burgos tornata ispirata al tiro tocca anche il +23 (39’, 91-68) contro Brindisi scomparsa dal parquet. (Giuseppe Mazzone) BURGOS: McFadden 21, Horton 16, Renfroe 13, Kravic, Rivero 10

BRINDISI: Harrison 23, Bell 12, Perkins 11.

Sassari continua il suo percorso netto in Champions, nel terzo turno espugna il campo dei Danesi dei Bakken Bears, nonostante l’assenza di Katic, ancora per problemi burocratici nel tesseramento, al quale poco prima della gara, si è aggiunta l’assenza di coach Pozzecco, che per problemi di stomaco, ha deciso di rimanere nell’hotele lasciare spazio al suo vice Casalone. Prima parte di gara in equilibrio, con Sassari capace di toccare anche il +11 grazie alle conclusioni dalla lunga distanza che vedono protagonista, oltre gli esterni Sassaresi, anche l’inaspettato Bilan; gli uomini di Casalone però, non riescono a costruire un vantaggio che possa già indirizzare la gara e subiscono prima l’atletismo di Stephens (ex Cagliari) e poi la fiammata targata Diouf che riporta sino al -3 i padroni di casa, prima che Bendzius allo scadere del secondo quarto, dalla lunetta, fissi il punteggio sul 43-49 che manda le squadre negli spogliatoi. La pausa lunga fa bene a Sassari che martella dalla lunga distanza, dimostrando un intesa in costruzione di gioco, che sembra far dimenticare i problemi visti con Brindisi in campionato, ma la Dinamo nonostante tocchi il +16, consente ancora il ritorno dei Danesi, che con Darboe e Ongwae ritornano ancora a contatto. La gara si decide solo nel finale, Sassari ritrova ancora il +16 in apertura di ultima frazione, con Tillman protagonista, Stephens risponde consentendo ai padroni di casa di ritornare ancora sotto la doppia cifra di svantaggio, ma Gentile imbeccato da Spissu firma la tripla che vale il +12 a poco più di 2’ dalla fine che consente al Banco di controllare gli ultimi possessi senza troppi patemi, 84-91 il finale.

SASSARI: Bilan 19, Tillman 15, Bendzius 14 BAKKEN: Bears, Stephens 22,Peterson 18

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/18-11-2020/basket-champions-brindisi-si-ferma-burgos-390957449217.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: