Champions e Europe Cup: vincono Treviso e Reggio Emilia

Champions e Europe Cup: vincono Treviso e Reggio Emilia

Davanti agli occhi del neo-acquisto Mikk Jurkatamm, appena arrivato in Italia, Treviso batte i greci del Lavrio e si aggiudica gara-1 del play-in di Champions, che vale l’accesso alle Top16. Decisivo per i veneti il 24-15 dell’ultimo quarto, oltre alle prestazioni di Sims, Russell e Dimsa. Reggio Emilia, invece, fa tre su tre contro gli Antwerp Giants e si conferma imbattuta e in vetta al girone J di Fiba Europe Cup, ipotecando così la qualificazione ai quarti di finale della competizione.

TREVISO-LAVRIO MEGABOLT 87-72

—   Alla palla a due manca Sokolowski (out per problemi al polpaccio), ma rientra Akele e c’è anche coach Max Menetti, appena guarito dal Covid. Che non sia una gara facile per Treviso, è evidente fin dai primi minuti. Il Lavrio appare subito combattivo, costruisce un piccolo vantaggio (5-9) e lo conserva per quasi tutto il primo parziale, prima che tre triple di Dimsa ribaltino il punteggio in chiusura di quarto (23-20). I presupposti per l’allungo ci sono, ma la squadra trevigiana va a corrente alternata e termina il primo tempo avanti 44-36, troppo poco per considerare chiuso il match. Così il Lavrio rientra in campo con la convinzione di potersela giocare e, trascinato dai canestri di Jerry Smith, risale a -6 in chiusura di terzo quarto (63-57). Il momento è delicato, ma Russell decide di cambiare marcia: con le sue giocate, e con i canestri di Dimsa, la squadra di casa riprende il controllo del match e nel giro di pochi minuti dilaga, raggiungendo addirittura il +20. Covid permettendo, gara-2 si gioca in Grecia martedì 18 gennaio: se Treviso vince si qualifica, altrimenti si andrà a gara-3 (giovedì 20 al Palaverde). (Alberto Mariutto)

TREVISO Sims 22, Dimsa 19, Russell 18, Bortolani 10 LAVRIO Sanders e Smith 17, Mouratos e Williams 12, Kaklamanakis 10

REGGIO EMILIA-ANTWERP 86-72

—   Nella buona prova collettiva dei padroni di casa che mandano cinque uomini in doppia cifra, spiccano le prestazioni di Olisevicius (17 punti con 4/7 da 3) e Hopkins (12 e 9 rimbalzi). Alla formazione belga non basta invece l’ex Vanoli Cremona Tiby (19 e 9 rimbalzi). In avvio coach Caja sceglie il quintetto composto da Cinciarini, Candi, Olisevicius, Johnson e Hopkins mentre coach Beghin risponde con Fridriksson, Brown, Mwema, Tiby e Krutwig. Inizia meglio la formazione ospite che dopo tre minuti è avanti di 8 (2-10) e costringe la panchina emiliana a chiamare time out. La reazione guidata da Thompson, autore di 7 punti in un amen, non si fa attendere e Reggio prima recupera e poi mette la freccia (20-18 al 10’). Nel secondo quarto sale in cattedra anche Hopkins che domina sotto i tabelloni e così la Unahotels prova a scappare via (45-38 al 20’). Grazie alla regia di Cinciarini la squadra di Caja vola sul +14 (58-44 al 25’), ma è Tiby (ex Vanoli Cremona) a dare la scossa con suoi tagli a canestro che riducono il gap (66-58 al 30’). Nella volata finale Reggio stringe nuovamente le viti in difesa e grazie ai tiri pesanti del solito Olisevicius mette al sicuro una vittoria importantissima. (Francesco Pioppi)

REGGIO EMILIA Olisevicius 17, Hopkins e Strautins 12. ANVERSA Tiby 19, Rogiers 13, Fridriksson 9.

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/12-01-2022/basket-champions-europe-cup-vincono-treviso-reggio-emilia-430885680514.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: