Cesana e il record di triple: “Ho sentito un boato. Grazie Bulleri, e come Jordan insegna...“

Cesana e il record di triple: “Ho sentito un boato. Grazie Bulleri, e come Jordan insegna...“

Quando sei un campione, a volte, l’impresa sportiva non basta. Ci metti la firma. Ma se riesci a prevederla, allora, ecco che l’impresa diventa leggenda. Come Babe Ruth, mito Usa del baseball, famoso perché chiamava le sue battute. Michael Jordan, qualcuno può giurarlo, pianificò ogni singolo canestro nella gara 5 contro gli Utah Jazz, Nba Finals 1995, giocando con la febbre alta. E poi c’è Luca Cesana.

UNA SMORFIA ALLA CURRY

—   PalaBanca di Piacenza, serie A2. “Mi sento caldo”. La guardia dell’Assigeco scherza nel riscaldamento con il preparatore. È sabato sera. “Sai che ti dico: oggi segno 6 triple”. Detto fatto. Solo che è appena finito il 1° quarto. Dalla panchina lo prendono in giro: “Ci fermiamo qua?”. Lui scoppia a ridere: “Neanche per idea!”. È una serata speciale, e Luca lo capisce alla sesta tripla. “Stavo per ricevere il pallone in corsa. Mi è sfuggita una smorfia, quasi un sorriso. Ero certo di segnare”. Un po’ come Steph Curry quando tira da 3 e volta le spalle al canestro perché già conosce il finale. Le triple di Cesana alla fine saranno 13, niente male per uno che tirava già col 50%. Piacenza travolge Orzinuovi 117-79. Dall’arco 13-20, nessun italiano c’era mai riuscito prima, per un totale di 46 punti, 4ª prestazione di sempre in Lnp.

COME MCGEE

—   Questo ragazzo nato a Erba, classe 1997, alla prima stagione da titolare, entra nella storia del basket italiano e si ritrova assieme a nomi come Carlton Myers e i suoi 87 punti, record nella singola partita. O Oscar Schmidt, leggenda brasiliana mai andata oltre le 12 triple. Luca affianca inoltre Mike McGee: l’ex guardia Usa di Desio tirò 13-30 nel 1989 contro Firenze. Ma all’epoca l’arco distava 6,25 metri dal canestro. Altri tempi. Altra distanza. “E altra difficoltà. La 13ª è arrivata a 4’’ dalla fine con 2 difensori addosso!”. La partita era chiusa, ma Orzinuovi non voleva certo entrare nella storia dalla porta sbagliata. “Ho sentito un boato. I compagni sono venuti a festeggiarmi. Finale perfetto di una serata pazzesca. Irripetibile? Spero di vivere ancora momenti come questi. Sognare non costa nulla”.

NEL SEGNO DI… BULLERI

—   Sogna l’Eurolega e la Nazionale, Luca. I playoff sono l’obiettivo quest’anno. Le Olimpiadi di Atene 2004, la scintilla tra lui e il basket. Aveva 7 anni. “Guardavo la finale in tv e volevo entrare in campo. C’era anche Bulleri, oggi coach di Orzinuovi che abbiamo battuto sabato. Se sono qui è anche grazie a lui”. Giovanili a Cantù, Europei U16 e Mondiali U17 in azzurro, vince il campionato U20 con i brianzoli ed entra in prima squadra nel 2015. Stagione controversa, quella del club lombardo. Si parte con coach Fabio Corbani e Anna Cremascoli presidente. Si finisce con Dmitrji Gerasimenko proprietario e Sergej Bazarevich in panchina. Non un’annata memorabile. “Ma ho imparato molto. Tutto può cambiare in un attimo, ma devi sempre essere pronto”.

LA PAURA FA… 90

—   Stringe amicizia con Awudu Abass, ammira lo stile di tiro di Brady Heslip. L’anno dopo va a Treviglio, poi Roma, Casale, infine Piacenza. La sua, una famiglia di sportivi. E’ il più piccolo di 4 fratelli: 2 allenano, il terzo gioca in serie C e anche la mamma ha un passato da cestista. Laureato in Psicologia, ama suonare la chitarra. Ray Allen, Kyle Korver e Klay Thompson i suoi idoli. Ma il giocatore che Luca porta con sé a ogni partita è Michael Jordan. “Un giorno ha detto: la migliore valutazione che posso fare di un giocatore è guardare negli occhi la sua paura”. E così ha scelto il numero 90 sulla maglia. “Perché la paura fa novanta e io la indosso. Ma sono gli avversari ad avercela davanti”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/A2/08-03-2022/basket-cesana-record-triple-ho-sentito-boato-grazie-bulleri-come-jordan-insegna-4301760932250.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: