Belinelli: “Virtus da bis scudetto, ma il primo obiettivo è...”

Belinelli: “Virtus da bis scudetto, ma il primo obiettivo è...”

L’ Nba è lontana. Marco Belinelli ci ha passato 13 anni, ma ora la lega di cui resta orgogliosamente l’unico giocatore italiano ad aver vinto l’anello è giocare occasionali partite a Nba2k22, il videogioco in cui una volta si divertiva ad usare il suo alter ego e dove ora sceglie partite tra Bulls di Michael Jordan e i Lakers di Kobe Bryant. “Sono molto più concentrato su quello che sto facendo: il campionato italiano, l’Eurocup”.

“E guardo molte partite di Eurolega, obiettivo molto importante per me e per la Virtus”. Da quando è tornato a novembre, ha vinto lo scudetto e martedì ha alzato il primo trofeo da capitano, la Supercoppa. Vinta contro Milano, grande avversaria della nuova stagione.

“Essere capitano è un onore, un ruolo che cercherò di interpretare al meglio - dice Beli -. Sono disponibile ad essere un esempio per i giovani, voglio aiutare i miei compagni cercando di essere un leader silenzioso e dimostrare la mia passione e la mia voglia di vincere”. A 35 anni, Belinelli è il veterano del nuovo roster di Sergio Scariolo. “Siamo cresciuti tantissimo da quando è arrivato il coach, anche a livello societario: vogliamo fare le cose fatte bene”. Il ct della Spagna non è l’unica novità: “Con Nico Mannion (per vederlo in campo bisognerà aspettare ancora qualche settimana, ndr) ho parlato per la prima volta quando è arrivato a Bologna: mi sembra un ragazzo consapevole del fatto che avrà molte responsabilità con la Virtus, che dovrà prepararsi bene per giocare sempre al massimo. Sarà importante in questa stagione”. Due colonne della nuova Virtus, però, Belinelli le aveva già in casa. “Pajola io lo amo - dice Belinelli del 21enne mvp di Supercoppa -. È un giocatore che parla poco, ma fa tanto in campo. Difende come non ho mai visto nessuno fare, per me sarà lui quello che ci darà tanto fuoco per avere una stagione importante. E sono super contento di giocare con Teodosic: anche il nostro rapporto è cresciuto tantissimo e siamo super amici”.

La Virtus parte per vincere il più possibile. “Sono stati fatti acquisti di talento, giovani che vogliono vincere. La cosa più bella sarebbe vincere tutto, sia personalmente che per la società - dice il nuovo capitano -. Al primo posto però metto la qualificazione per l’Eurolega, affrontare squadre di livello altissimo. Ne abbiamo avuto un assaggio durante la preparazione, nel torneo di Monaco: ci è servito molto. Lo scudetto resta chiaramente un traguardo importante”. Un obiettivo per cui l’avversaria principale sembra ancora Milano. “L’Olimpia è, assieme a noi e a Venezia, una squadra molto forte e competitiva. E la Serie A che ho ritrovato al ritorno dalla Nba è un campionato di livello importante”.

Beli vuole anche riprendere il discorso con l’Italia, interrotto con la rinuncia al Preolimpico che ha innescato parecchie polemiche. “Ho seguito le Olimpiadi, mi sono sentito con alcuni compagni: sono usciti a testa alta, giocando una bellissima pallacanestro contro una squadra forte come la Francia - dice Beli -. C’era però in me il rammarico di non poterci essere per questioni fisiche, come avevo anticipato ad alcuni compagni e al Presidente Petrucci. Personalmente, per il rapporto che si era creato con lui, sono state dette cose sulla mia assenza che mi hanno dato fastidio. Non ho mai detto nulla, reagendo da professionista e cercando di dimostrare le cose sul campo. In quel momento era importante restare uniti e tifare per l’Italia alle Olimpiadi: i problemi sono stati messi da parte, mi sembra giusto ora dire che ci sono cose che mi hanno dato fastidio. Presumo avremo la possibilità di chiarire, vedremo nei prossimi mesi se lo faremo in tempo per l’Europeo”.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/25-09-2021/basket-belinelli-marco-virtus-bologna-segafredo-eurolega-lba-4201423528931.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: