Awards Lba, svetta Brescia: Della Valle mvp del campionato. Magro miglior coach

Awards Lba, svetta Brescia: Della Valle mvp del campionato. Magro miglior coach

Ufficializzati gli Awards Lba della stagione regolare appena conclusa. Undici categorie, a partire da quella più ambita, l’mvp, che va ad Amedeo Della Valle, guardia di Brescia, che succede a Stefano Tonut. Doppietta azzurra dunque: non succedeva da 17 anni con l’accoppiata Basile (2003-2004)-Bulleri (2004-2005). Brescia peraltro è la grande protagonista degli Awards, ma andiamo per ordine.

MVP: DELLA VALLE

—   Il faro nella grande cavalcata della Germani Brescia, capace anche di conquistare 14 vittorie consecutive tra i mesi di dicembre ed aprile. Il nativo di Alba ha viaggiato a 18.5 punti (il miglior realizzatore del campionato alle spalle di Keene di Varese), 4 assist (ampiamente il massimo in carriera) e ben 4.8 falli subiti (solo Perkins di Brindisi e Banks di Trieste hanno fatto meglio di lui) a partita, registrando anche la miglior valutazione media di tutto il campionato con 21.

DIFENSORE: PAJOLA

—   Alessandro Pajola ha battuto John Petrucelli, Nicolò Melli, Kyle Weems e Kyle Hines. Il play della Virtus si conferma come uno dei migliori specialisti e una delle colonne della squadra di Scariolo, prima in stagione regolare e frasca vincitrice dell’Eurocup che vale il pass per la prossima Eurolega.

ROOKIE: MITROU-LONG

—   Ancora Brescia protagonista con il playmaker canadese con passaporto greco, a formare una coppia formidabile con Della Valle. Mitrou-Long ha superato JP Macura, Isaia Cordinier, Tyrique Jones e Devon Hall.

QUINTETTO: CINCIARINI, DELLA VALLE, WEEMS, MELLI, JONES

—   Andrea Cinciarini ha chiuso la stagione in doppia doppia (11.2 punti e 10.3 assist), risultando di gran lunga il miglior playmaker del campionato. La guardia è l’mvp Della Valle, l’ala piccola una delle colonne della Virtus, ovvero Kyle Weems, alla terza stagione in bianconero. I due spot nel ruolo di lunghi spettano a Niccolò Melli, capitano di Milano e Tyrique Jones di Pesaro, miglior rimbalzista del campionato.

GLI ALTRI PREMI

—   Il miglior sesto uomo è MARCO BELINELLI, il capitano della Virtus spesso decisivo, in Italia come in Europa, uscendo dalla panchina. Il premio di miglior Under 22 va a MATTEO SPAGNOLO, play di Cremona in prestito dal Real Madrid. Matteo ha chiuso la sua prima stagione in A con 12.2 punti e 2.6 assist di media. Il giocatore rivelazione è invece JP MACURA, l’esterno di Tortona, matricola che ha raggiunto i playoff dopo un campionato strepitoso. L’americano, 13.8 punti di media, è stato uno dei pilastri della squadra di Ramondino. Per il miglior allenatore e miglior dirigente si torna a Brescia: ALESSANDRO MAGRO (coach of the year) e MARCO DE BENEDETTO. Infine il miglior progetto marketing va all’OLIMPIA MILANO.

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/12-05-2022/serie-a-premi-stagione-legabasket-440468699416.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: