Addio a Fathallah, “lupo“ della Fortitudo Messina stroncato da malore: mercoledì l'autopsia

Addio a Fathallah,  “lupo“ della Fortitudo Messina stroncato da malore: mercoledì l'autopsia

È stata disposta per il 20 ottobre l’autopsia per far luce sulla morte di Haitem Jabeur Fathallah, playmaker della Fortitudo Messina, stroncato ieri da un malore durante la gara con la Dierre Basketball Reggio Calabria, sfida del campionato di Serie C Gold di basket. Sul caso è stata aperta un’inchiesta.

L’ACCADUTO

—   Fathallah aveva appena iniziato il terzo tempo della partita, quando improvvisamente si è accasciato sul parquet del Palalumaka, che ospita gli incontri della Dierre Reggio Calabria. Il malore, secondo le prime ipotesi, potrebbe essere stato causato da una crisi ipoglicemica. Le condizioni di Haitem, prontamente soccorso anche da alcuni medici presenti sulle tribune,e dal medico di servizio, inizialmente non sembravano preoccupanti: il cestista era rimasto cosciente, muoveva le gambe, ed era stato caricato in ambulanza. Le sue condizioni erano poi però repentinamente precipitate: trasportato al Pronto Soccorso del Grande Ospedale Metropolitano, è deceduto poco dopo il suo arrivo in ospedale.

IL RITRATTO

—   Playmaker esperto, Fathallah vantava un ricco curriculum: 250 presenze nei campionati senior. Nato e cresciuto ad Agrigento, aveva esordito col Porto Empedocle, e poi vestito le casacche di Racalmuto, Licata e Basket School prima di approdare alla Fortitudo. Segnalandosi per le qualità sfoderate sul parquet, e le sue grandi qualità umane.

LA DEDICA

—   A testimoniarlo anche la dedica della sua Fortitudo sui social:

“Un uomo eccezionale una persona unica. La sua umiltà il suo biglietto da visita Haitem perché, perché!!!! Riposa in pace diventerai sempre di più il simbolo di questa società, starai sempre con noi e non ti lasceremo mai. Per sempre lupo e parte del branco”

Fonte: https://www.gazzetta.it/basket-italiano/18-10-2021/mercoledi-autopsia-fathallah-playmaker-fortitudo-morto-campo-4201892733790.shtml

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: