A Trieste e Sassari i recuperi. Cremona e Fortitudo ko

A Trieste e Sassari i recuperi. Cremona e Fortitudo ko

CREMONA-TRIESTE 75-80 La legge dell’ex. E soprattutto dell’ultimo arrivato. Sul +2 Cremona a 100 secondi dalla fine, un 8-0 di parziale di Trieste firmato Davis-Mian decide un match tiratissimo. Senza Banks e Fernandez, e con Konate in condizioni ancora precarie post Covid, l’Allianz diventa’A la 3a forza del campionato dietro Milano e Bologna. Vince dopo un’inattività durata 24 giorni (ultimo match giocato il 19 dicembre con l’Olimpia) e lo fa in trasferta, dove non trovava i 2 punti da inizio novembre. Protagonista Cory Davis, play americano alla quarta partita con Trieste, imprendibile soprattutto nella ripresa (13 punti) e decisivo nel finale assieme a Fabio Mian, che di Cremona è stato capitano la stagione scorsa. Sua la tripla del 73-76 a 75’’ dalla sirena, seguita da un’altra bomba, di Davis -e chi sennò-, per il ko definitivo di Cremona. A cui non basta un super Harris per bissare la vittoria contro Sassari di domenica scorsa: i padroni di casa sciupano così un’occasione d’oro per staccare ancora i bassifondi della classifica. Massimo equilibrio nei primi 20’, dove coach Legovich, che sostituisce Ciani (ancora positivo al Covid) rilancia in quintetto Deangeli e si affida a Delia (13 punti nel 1° tempo). Paura, ma niente di più, per Spagnolo che batte la testa cadendo a terra dopo un rimbalzo a metà 2° quarto. Nella ripresa Davis prende per mano l’Allianz, che ritrova anche intensità in difesa (la migliore della serie A con 66,5 punti subiti di media) chiudendo avanti 59-68 il 3° quarto, massimo vantaggio. Cremona risorge grazie a Harris (primato stagionale di punti eguagliato), ma il finale è tutto di Davis, condita dalla tripla assassina di Mian che chiude definitivamente i giochi.

Cremona: Harris 22, Pecchia 12, Cournooh e Dime 8 Trieste: Davis 23, Mian 15, Delia 13

FORTITUDO-SASSARI 84-103 Colpo esterno di Sassari che rimedia il ko subìto a Cremona passando bene a Bologna. La Dinamo di coach Bucchi, dopo un -10 a metà secondo quarto, prende in mano il match prima dell’intervallo con i tiri assassini di Logan, al solito gran regista, e di Bendzius, poi nella ripresa allunga facile mentre la Fortitudo sbaglia tanto e paga una difesa inguardabile sul perimetro. Con 5 uomini in doppia cifra guidati dalla coppia Robinson-Mekowulu nel primato dei punteggi individuali, Sassari può controllare il ritorno disordinato e confuso di Bologna che dal 15’ in avanti si disunisce con troppe giocate velleitarie. Il dinamismo di Totè e qualche lampo di Frazier non bastano a surrogare la serata vuota di Groselle (un solo tiro in tutta la gara) e il calo di Benzing, eroe contro Varese. Ora Sassari torna a respirare mentre la Fortitudo rimane ancora invischiata nel fondo classifica. Fortitudo Bologna: Totè 17, Aradori e Frazier 15 Sassari: Mekowulu e Robinson 20, Logan e Bendzius 18

Fonte: https://www.gazzetta.it/Basket/SerieA/12-01-2022/basket-serie-a-trieste-sassari-ok-recuperi-430886298626.shtml

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: